GEI Antincendio
NOI VOI GEI

Parola chiave: PROTEZIONE

Protezione è una parola che ci appartiene profondamente: a partire dal nostro logo, fino alla quotidianità dei nostri servizi, racconta come la pensiamo a proposito della nostra missione lavorativa e anche umana. 


Nel nostro lavoro di ogni giorno, con "protezione" si intendono tutte quelle azioni e quegli interventi che hanno come obiettivo l'abbattimento del rischio e la limitazione dei danni causati dal verificarsi di un incendio. Interventi che possiamo suddividere in due tipologie: si parla di azioni di protezione attiva e di azioni di protezione passiva. Il primo gruppo comprende l'attivazione di tutti quegli impianti di estinzione incendio che svolgono un ruolo attivo, efficiente e dinamico per lo spegnimento e per ridurre le conseguenze -fanno parte di questa categoria ad esempio gli impianti sprinkler o a idranti-. Questo tipo di protezione presuppone un azionamento e un innesco che può essere sia manuale che automatico.  

La protezione passiva comprende invece una serie di misure e accorgimenti che in caso di incendio evitano il propagarsi dello stesso, come le pareti tagliafuoco o le barriere antincendio: una protezione dunque che non necessita di alcuna attivazione manuale o automatica.


Il fulcro del lavoro di GEI è la protezione attiva, e il cuore di essa è il Gruppo Antincendio. Come il cuore umano è il motore che muove le azioni, le pulsioni e crea il ritmo della vita, il gruppo antincendio è il cuore che aziona e dirige l'impianto di estinzione destinato a proteggere attivamente i luoghi di lavoro, il valore dei beni e le persone.

In qualità di costruttore di gruppi antincendio, GEI è fautore fondamentale di questa protezione attiva, la più significativa e irrinunciabile anche da un punto di vista normativo.




RESTIAMO IN CONTATTO!

Lasciaci la tua email per ricevere informazioni utili
ed aggiornamenti dal nostro mondo.




Con l'invio dichiaro di aver preso visione dell'Informativa privacy resa ai sensi dell’Art. 13 Regolamento Europeo 679/2016, e di rilasciare il consenso al trattamento dei dati personali.



Blog GEI